La velocità del dritto a rimbalzo – Australian Open Series

di Stephanie Kovalchik // OnTheT

Pubblicato il 26 novembre 2016 – Traduzione di Edoardo Salvati

Il quinto articolo dell’Australian Open Series.

Dopo aver analizzato la velocità del rovescio nel primo articolo della serie, in questo approfondimento l’attenzione è rivolta di nuovo ai colpi a rimbalzo, in particolare alla velocità del dritto. I grafici che seguono mostrano la velocità all’impatto, misurata in miglia orarie (mph), dei dritti a rimbalzo (intesi come dritti che finiscono entro tre metri dalla linea di fondo) durante le edizioni degli Australian Open dal 2014 al 2016.

Come rappresentato nell’immagine 1, la maggior parte dei giocatori raggiunge sul dritto velocità medie tra le 71 e 88 mph, cioè tra i 114 e 141 km/h (nella versione originale è possibile visualizzare i singoli valori puntando il mouse su ciascuna bolla, n.d.t.). Sebbene in presenza di un campione ridotto di colpi, è l’americano Jack Sock ha registrare la velocità media più alta con 86 mph, cioè 138 km/h. Nel gruppo dei giocatori sopra le 80 mph ci sono anche Dominic Thiem e Stanislas Wawrinka. Juan Martin Del Potro (il quale purtroppo per via degli infortuni ha giocato solo 2 partite agli Australian Open tra il 2014 e il 2016) è appena dietro con una velocità media pari a 80 mph, circa 129 km/h.

A immediata distanza troviamo i dritti profondi di Novak Djokovic, Rafael Nadal e Grigor Dimitrov, tutti con velocità medie di 79 mph (128 km/h). Sorprende vedere Andy Murray, l’attuale numero 1 del mondo, più in basso, con una velocità media di 75 mph (121 km/h), che lo pone comunque davanti agli australiani Nick Kyrgios e Bernard Tomic.

IMMAGINE 1 – Velocità del dritto per il tennis maschile, Australian Open 2014-16

Così come osservato rispetto alle velocità del rovescio, anche la differenza tra la velocità di un tipico dritto degli uomini e quella di un dritto delle donne è limitata. Anche le donne colpiscono su velocità tra le 70 e 79 mph, cioè tra i 113 e 127 km/h, anche se meno giocatrici raggiungono velocità di 80 miglia o superiori con la stessa frequenza degli uomini. L’americana Madison Keys è un’eccezione: con una media di 81 mph (130 km/h), possiede un dritto in grado di competere con gli uomini.

Tra le altre giocatrici di potenza troviamo Samantha Stosur, Sloane Stephens e Petra Kvitova, che hanno in media un dritto tra le 75 e 76 mph (120-122 km/h). Sorprendentemente, Serena Williams e Venus Williams sono più indietro in questa classifica, con dritti a 73 mph (117 km/h), una possibile evidenza del fatto che scelgano con attenzione quando colpire di potenza. Per altre giocatrici, come Agnieszka Radwanska e Roberta Vinci, una minore velocità suggerisce un gioco più difensivo o con maggiori variazioni.

All’ultimo posto, con una velocità media di 53 mph (85 km/h), si posiziona Monica Niculescu, per quanto con un solo dritto a rimbalzo profondo nel campione. L’unica giocatrice tra le prime a preferire lo slice di dritto, Niculescu si affida al fattore sorpresa piuttosto che alla velocità e profondità.

IMMAGINE 2 – Velocità del dritto per il tennis femminile, Australian Open 2014-16

AO Leaderboard— Forehand Speeds